Richiesta rimborso canoni fognari

Descrizione: 

L’Utente delle Acque Potabili SpA, Gestore del servizio erogazione acqua potabile, che riscontra una perdita di acqua potabile a valle del contatore, a seguito di apposito accordo tra l’Amministrazione Comunale ed il Gestore del servizio di depurazione e fognatura, A2A S.p.A., può ottenere un rimborso parziale dei canoni di fognatura e depurazione addebitati e regolarmente saldati.

L’utente dovrà inoltrare formale richiesta di rimborso indirizzata sia all’Amministrazione Comunale che all’A2A SpA di Via Lamarmora, 230 Brescia (quindi in duplice copia).

Tale istanza dovrà essere corredata da:

  • copia di regolare documento fiscale relativo alla riparazione del guasto;
  • certificato di conformità dell’intervento eseguito sul proprio impianto interno redatto e rilasciato da idraulico abilitato ai sensi del decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 22 gennaio 2008 n. 37 (ex legge 46/90);
  • copia delle bollette relative al periodo concernente la perdita, dalle quali si evincano letture rilevate e non a calcolo, con relative quietanze di pagamento (in caso di certificata rateizzazione la pratica potrà essere istruita al pagamento di almeno i ¾ del dovuto, fermo restando che all’atto della comunicazione di rimborso alla soc. Acque Potabili SpA, l’importo dovrà essere stato saldato interamente);
  • dichiarazione espressa del periodo concernente la perdita, avvalorata dalle letture rilevate di cui sopra;
  • copia delle bollette relative almeno ai due anni antecedenti l’inizio presunto della perdita ed indicazione del normale consumo medio annuale, calcolato su consumi rilevati e non a calcolo, eventualmente prendendo a base anche fatturazioni antecedenti i due anni di cui sopra.

L’Amministrazione comunale, verificata la documentazione e ritenuto di procedere allo sgravio determinato in ragione del 50% dell’importo afferente il servizio di fognatura e depurazione, risultante quale differenza tra i consumi reali misurati e la media degli stessi al netto della franchigia pari a 150 m3/anno per ogni unità immobiliare oggetto del contratto di fornitura, provvederà ad inviare formale richiesta all’A2A SpA, allegandone l’istanza di sua competenza, trasmettendo nel contempo la comunicazione, per conoscenza, sia alla società ACQUE POTABILI SpA che all’utente richiedente.

L’A2A SpA, verificata la documentazione e ritenuto di provvedere alla validazione del documento, lo trasmetterà al Comune di Rezzato per successivo inoltro al gestore del servizio acquedotto il quale provvederà al rimborso.

AllegatoDimensione
File type msword icon daUtentiFacSimile.doc37 KB
Ufficio di riferimento: Servizi ed Opere Pubbliche