Richiesta cremazione salma

Descrizione: 

L'autorizzazione viene rilasciata dal Sindaco, sulla base della volontà testamentaria espressa in tal senso dal defunto. In mancanza di disposizione testamentaria, la volontà deve essere manifestata dal coniuge e, in difetto, dal parente più prossimo, individuato secondo gli art. 74 e seguenti del Codice Civile e, nel caso di concorrenza di più parenti nello stesso grado, da tutti gli stessi. La volontà del coniuge o dei parenti deve risultare da atto scritto con sottoscrizione autenticata da notaio o da pubblici ufficiali abilitati ai sensi dell'art. 76 D.P.R. 28/12/2000 n. 445.
Per coloro i quali, al momento della morte, risultino iscritti ad associazioni riconosciute che abbiano tra i propri fini quello della cremazione dei cadaveri dei propri associati, è sufficiente la presentazione di una dichiarazione in carta libera scritta e datata, sottoscritta dall'associato di proprio pugno o, se questi non sia in grado di scrivere, confermata da due testimoni, dalla quale chiaramente risulti, la volontà di essere cremato. La dichiarazione deve essere convalidata dal presidente dell'associazione.

Adempimenti: 

Presentazione della domanda direttamente all’Ufficio Stato Civile.
Dopo l'istruzione della pratica cimiteriale, l'utente deve produrre atto di manifestazione di volontà alla cremazione riportante l'indicazione del cimitero prescelto per la conservazione delle ceneri, che vengono raccolte in apposita urna cineraria portante all'esterno il nome, cognome, data di nascita e di morte del defunto. Le ceneri possono essere conservate in: celletta cineraria, ossari, colombari, spazi trentennali, tombe di famiglia, cinerario comune.
L'autorizzazione alla cremazione non può essere concessa se la richiesta non sia corredata da certificato in carta libera redatto dal medico curante o del medico necroscopo, con firma autenticata dal Funzionario A.S.L., dal quale risulti escluso il sospetto di morte dovuta a reato.
In caso di morte improvvisa o sospetta, occorre la presentazione del nulla osta dell'autorità giudiziaria.

Costi: 
A carico dell'utente sono l'urna, la conservazione delle ceneri e il trasporto.
Ufficio di riferimento: Stato Civile