Pubblicazioni di matrimonio

Descrizione: 

La pubblicazione di matrimonio viene richiesta dai nubendi presso l'Ufficio di Stato Civile del Comune di residenza di uno degli sposi. L'atto di pubblicazione resta affisso all'Albo Pretorio on line del Comune di residenza per otto giorni consecutivi.

Il matrimonio potrà essere celebrato a partire dal 4° giorno dopo l’eseguita pubblicazione ed entro i successivi 180 giorni. 

Adempimenti: 

I nubendi devono presentarsi all'Ufficio Stato Civile del Comune, muniti di documento di riconoscimento e codice fiscale.
Per il matrimonio concordatario è necessario presentare la richiesta di pubblicazione da parte del Parroco o del Ministro di Culto competente.
Per matrimoni misti: il cittadino straniero deve essere munito di nulla osta al matrimonio rilasciato dall'Ambasciata o dal Consolato competente (art. 116 del c.c.).
Lo stesso dicasi per matrimoni di stranieri non residenti (turisti di passaggio).
L’Ufficio di Stato Civile provvede a far sottoscrivere ai nubendi il “verbale delle pubblicazioni di matrimonio” e successivamente richiede d’ufficio tutti i documenti necessari per la pubblicazione.
I cittadini iscritti all'A.I.R.E. (Anagrafe Italiani residenti all'estero) che richiedono la pubblicazione devono provvedere ad inviare tramite il Consolato Italiano o l'Ambasciata la richiesta di pubblicazione.

Costi: 
1 o 2 marche da bollo da € 16,00 (a seconda che gli sposi siano residenti nel medesimo Comune o in due Comuni diversi) per l'affissione all' Albo Pretorio dell’atto di pubblicazioni di matrimonio.
Tempi: 
Si pregano i futuri sposi di prendere contatti con l’Ufficio Stato Civile del Comune con un congruo anticipo (almeno due mesi) rispetto alla data prevista per la celebrazione del matrimonio.
Ufficio di riferimento: Stato Civile