ASSEGNO DI MATERNITA' - domanda

Descrizione: 

L'assegno è concesso se la madre non percepisce né percepirà alcuna indennità di maternità da parte dell'INPS o di altro Ente Previdenziale, o ha usufruito di un'indennità di maternità inferiore all'importo totale dell'assegno. In quest'ultimo caso, la richiedente avrà diritto all'integrazione fino all'importo dell'assegno di maternità concesso dal Comune.

Adempimenti: 

La domanda va presentata entro 6 mesi dalla data del parto o dall'ingresso del minore nella scheda anagrafica del richiedente (nell'ipotesi di adozione o di affidamento preadottivo).
Nei casi speciali in cui la richiesta può essere presentata dal padre o dalle altre persone diverse dai genitori del bambino, la domanda va presentata entro un anno dalla nascita, dall'affidamento preadottivo o dall'adozione del minore.

L’ente erogatore del contributo è l’INPS.

L’entità del contributo e le soglie dell’indicatore ISE per l’accesso al beneficio viariano di anno in anno.

Per presentare le domande  bisogna rivolgersi ai seguenti Centri di Assistenza Fiscale, con i quali il Comune ha stipulato apposita convenzione, portando con sé un’attestazione Isee valida. Per chi non è in possesso dell’attestazione ISEE, è possibile richiedere la pratica presso i Centri di Assistenza Fiscale elencati o presso gli Uffici del Settore Servizi alla Persona.

ACLI - Via IV Novembre, 10 - dal lunedì  al venerdì, dalle 8.00 alle 12.00, previo appuntamento -Tel. 030.2409883;

SPI CGIL - Via T. Alberti, 1/A - dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 11.00, previo appuntamento - Tel. 030.2590782

CISL - Via De Gasperi, 25 - martedì, dalle 16.00 alle 18.00

CISL - Via Zanelli, 30 - mercoledì, dalle 16.00 alle 18.00

Tempi: 
Le domande per beneficiare degli assegni dovranno essere presentate, entro sei mesi dalla data del parto o dell'ingresso del bambino nel nucleo familiare.
Ufficio di riferimento: Socio Assistenziale