Affidamento dell'Urna cineraria

Descrizione: 

L'affidamento dell'urna cineraria può avvenire quando vi sia espressa volontà scritta del defunto o volontà manifestata dal coniuge oppure, in sua mancanza, dai parenti più prossimi individuati dal Codice Civile; nel caso di concorrenza di più parenti di pari grado è sufficiente a maggioranza assoluta di essi (la metà più uno). In caso di disaccordo fra gli aventi titolo, l'urna cineraria viene temporaneamente tumulata nel Cimitero. La consegna dell'urna cineraria può avvenire anche per ceneri precedentemente tumulate o provenienti dalla cremazione di resti mortali derivanti da esumazioni o estumulazioni. L'urna deve essere conservata in luogo confinato e stabile protetta da possibili asportazioni, aperture e rotture accidentali. Nel caso in cui l'affidatario o i suoi eredi intendono recedere dall'affidamento delle ceneri possono conferirle al cinerario comune o provvedere alla loro tumulazioni nel Cimitero. Il Comune può, dal momento che costituisce reato la dispersione delle ceneri non autorizzate dall'Ufficiale dello Stato Civile del Comune ove è avvenuto il decesso o effettuata con modalità diversa rispetto a quanto indicato dal defunto nonchè l'abbandono dell'urna, effettuare periodicamente controlli per verificare se le ceneri vengono conservate secondo quanto disposto dalle norme di leggi.

Tags: 
Ufficio di riferimento: Stato Civile