Bando per agevolazione rimozione amianto

Il ministero ha emanato un bando per agevolare la rimozione dell'amianto
dagli edifici delle imprese: si tratta di un credito di imposta del 50%
delle spese sostenute Possono beneficiare del credito d'imposta i soggetti
titolari di reddito d'impresa, indipendentemente dalle dimensioni aziendali,
che hanno effettuato interventi di bonifica dall'amianto, su beni e
strutture produttive ubicate nel territorio dello Stato, dal 1° gennaio 2016
al 31 dicembre 2016, riguardanti: 
- lastre di amianto piane o ondulate, coperture in eternit;
- tubi, canalizzazioni e contenitori per il trasporto e lo stoccaggio di
fluidi, ad uso civile e industriale in amianto;
- sistemi di coibentazione industriale in amianto.
Sono ammesse, inoltre, le spese di consulenze professionali e perizie
tecniche nei limiti del 10% delle spese complessive sostenute e comunque non
oltre l'ammontare di 10.000 euro. Il credito d'imposta è riconosciuto
secondo l’ordine cronologico di presentazione della domanda fino a
esaurimento delle risorse, nella misura del 50% delle spese sostenute, a
condizione che la spesa complessiva di ciascun progetto di bonifica, sia
almeno pari a 20.000 euro e massimo 400.000 euro per ciascuna impresa.
La domanda (da presentare a intervento concluso) deve essere corredata, pena
esclusione, da:
a)    piano di lavoro del progetto di bonifica unitariamente considerato
presentato all'ASL competente;
b)    comunicazione alla ASL di avvenuta ultimazione dei lavori/attività di
cui al piano di lavori già approvato comprensiva della documentazione
attestante l'avvenuto smaltimento in discarica autorizzata e, nel caso di
amianto friabile in ambienti confinati, anche la certificazione di
restituibilità degli ambienti bonificati redatta da ASL;
c)     l'attestazione dell'effettività delle spese sostenute; d) la
dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà relativa agli altri aiuti «de
minimis» eventualmente fruiti durante l'esercizio finanziario in corso e nei
due precedenti.
A decorrere dal trentesimo giorno successivo a quello di pubblicazione del
decreto (16.11.2016) e sino al 31 marzo 2017, le imprese interessate possono
presentare domanda al Ministero dell'ambiente accedendo alla piattaforma
informatica che sarà accessibile sul sito www.minambienteamianto.ancitel.it
(preregistrazione possibile dal 27 ottobre) E' un' importante occasione che
le imprese possono sfruttare per liberarsi dell'amianto, cosa che comunque
prima o poi dovranno smaltire, e per migliorare l’ambiente in cui tutti noi
viviamo.